Outside the Wire ~ #STREAMING HD F I L M 2021 COMPLETO ONLINE (gratuit) VF

VOSTFR→> #Outside the Wir «Film 2021 ®Completo — Online GRATUIT 2021

▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬ஜ۩۞۩ஜ▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬

#STREAMING ░▒▓█►https://outside-the-wire-vf.blogspot.com/

▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬ஜ۩۞۩ஜ▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬

Classificazione: R (Lingua completa | Forte violenza) Genere: Fantascienza, Azione Lingua originale: Inglese Regista: Mikael Håfström Produttore: Rory Aitken, Brian Kavanaugh-Jones, Anthony Mackie, Ben Pugh, Erica Steinberg Scrittore: Rowan Athale, Rob Yescombe Date Uscita (trasmissione): 15 gennaio 2021 Durata: 1 ora e 55 minuti Società di produzione: Netflix, Make It With Gravy Productions, 42, Inspire Entertainment, Pioneer Stilking Films, Automatik Entertainment, Leeding Media Può un film d’azione con un audace messaggio contro la guerra anche compensare il brivido indiretto di guardare numerose scene di battaglia piene di proiettili? È una domanda scomoda la cui risposta dipende dall’esecuzione, se l’argomento morale ha spazio per tagliare il caos. Il nuovo utile thriller d’azione di Netflix Outside the Wire non è un caso del tutto convincente (si concentra più sulla potenza di fuoco che sulle capacità intellettuali), ma anche una grande idea gestita in modo disordinato è almeno qualcosa in un genere che spesso mancano, specialmente su una piattaforma che sforna sciocchezze su base settimanale. Nel prossimo futuro, Harp (Damson Idris), un pilota di droni americano, sta aiutando a combattere una guerra nell’Europa orientale con l’aiuto dei “Gumps”, macchine militari addestrate per distruggere il nemico e proteggere i soldati umani. Durante una notte difficile, Harp prende una decisione controversa e la carneficina che ne risulta lo porta da dietro uno schermo in campagna, ha collaborato con Leo (Anthony Mackie), un noto ufficiale androide, per mostrargli com’è veramente la guerra. Ma Harp scopre presto che Leo ha qualcos’altro in mente. Con un accenno di Training Day, un accenno di Eagle Eye, un accenno di Eye in the Sky, un accenno di Ex Machina e un aiuto extra generoso di tutti i film di Terminator, Outside the Wire sta perdendo tutti i premi disponibili per l’originalità, un altro. La creazione di Netflix nata dal suo calderone algoritmico, ma presa in termini molto basilari a basso rischio, è un riempimento abbastanza competente del tempo di gennaio. Come molti degli aspiranti blockbuster della compagnia, a prima vista si muove come se appartenesse al multiplex, ma non ci vogliono spettatori più veloci per rendersi conto che è solo a pochi passi da un film d’azione DTV. con un budget leggermente superiore rispetto alle imitazioni più economiche che prendi dopo. Il regista, Mikael Håfström (che ha avuto una breve carriera sul grande schermo con 1408, Derailed e The Rite), è abbastanza esperto da farlo funzionare principalmente, andando avanti con agilità, aiutato immensamente dai suoi due protagonisti. Idris, un attore britannico il cui lavoro scioccante sul dramma sull’immigrazione Farming rimane un punto culminante della sua carriera, si svolge con sicurezza nel suo primo importante ruolo da protagonista, il tipo di performance a mare aperto che dovrebbe diventare il capo della Marvel. e Star Wars se ne rendono conto. . Anche se si spera che la sua carriera non diventi eccessivamente popolata da cibo d’azione, come è successo con Mackie, che sembra sempre un po ‘meglio del materiale con cui finisce. Mentre i ruoli in Half Nelson, The Hurt Locker e Detroit ci hanno mostrato quanto Mackie può fare, troppo spesso è coinvolto in una folle modalità run-and-shoot in trash come Triple 9 e il remake di Point Blank e Miss Bala. O perso nel caos dal franchise di Avengers. È bravo come sempre in questo, ma in questa fase si sente come un sonnambulo nel parco. La dinamica in continua evoluzione tra la coppia attira la nostra attenzione molto più dei pezzi di battaglia piuttosto generici, il contenuto di Håfström per far sembrare il film come un videogioco portato in vita. La scorrevolezza dell’azione, di cui c’è abbastanza, lavora forse involontariamente a favore del dibattito contro la guerra che inizia a divampare, mostrandoci l’inutilità ripetitiva di tutto. Purtroppo, questo non sembra essere l’obiettivo qui e invece, il mare feticista dei proiettili che annega il film va contro ogni discorso più nobile. C’è un film più interessante sepolto qui e sono le piccole pepite del dibattito sull’intelligenza artificiale e sull’intelligence militare che ci mantengono nell’autonomia di quasi due ore. Dare credito a Outside the Wire per aver affrontato argomenti più grandi della media dei film d’azione Netflix è il minimo dei riconoscimenti, ma con due performance magnetiche (e un forte lavoro della vincitrice della migliore attrice a Cannes Emily Beecham) , è un inizio accettabile per quello che sta per essere il più grande anno per gli streamer. Si spera sia meglio di così.

#Outside the Wire streaming
#Outside the Wire streaming ita
#Outside the Wire film online gratis
#Outside the Wire film gratis
#Outside the Wire vedere
#Outside the Wire vedere film
#Outside the Wire guardare online
#Outside the Wire guardare online gratis
#Outside the Wire guardare il film per intero
#Outside the Wire film streaming gratis
#Outside the Wire film online gratis
#Outside the Wire film gratis online

Prima di essere nuovamente presentato come Marvel’s Falcon su Disney +, Anthony Mackie produce e recita in “Outside the Wire”, un veicolo d’azione futuristico che pensa dentro la scatola e si sente generico come il suo titolo. Netflix ha trovato un pubblico desideroso di film così adrenalinici, forse soprattutto con i cinema zoppicanti, ma questa è un’aggiunta molto sottile al livello “Forse ti piacerà”. Ambientato nel 2036, il film usa la stenografia per impostare quasi tutto, come se stesse attraversando la trama per arrivare al fuoco delle armi automatiche. (Sebbene il progetto si concentri su un androide straordinariamente simile a quello umano, il design di produzione sembra nel migliore dei casi dopodomani, ma non preoccupiamoci dei dettagli.) Il suddetto androide, un prototipo biotech di nuova generazione, è Leo (Mackie), che si è avvalso dell’aiuto di un pilota di droni di nome Harp (Damson Idris da “Snowfall”) per contrastare i ribelli che cercano armi nucleari nell’Europa orientale. I due si dirigono verso una pericolosa zona militarizzata durante la loro missione, dove la minaccia vagamente definita consente molta violenza che è in parte film di guerra e in parte thriller di spionaggio. Harp, che si presenta nei guai per aver sfidato gli ordini diretti, sembra comprensibilmente confuso perché è stato reclutato per questo esercizio in stile James Bond, ma Leo gli assicura: “Sono abbastanza speciale per entrambi”. Tuttavia, oltre a rivelare che è diverso quando si toglie la maglietta, niente di Leo sembra particolarmente artificiale, sovrumano o androide. Sì, c’è un sacco di sparatorie, salti e combattimenti, ma a parte lo spiegamento di soldati robot più convenzionali, coloro che si aspettano che Leo faccia qualcosa di fantastico probabilmente rimarranno delusi: Mackie lo interpreta fondamentalmente come un duro dal carattere irascibile. — lasciando dietro di sé materiale d’azione abbastanza standard. Quindi l’atmosfera è più simile a un film d’azione di amici (le coppie che litigano spesso non corrispondono) che a qualcosa come “Robocop”, che è ciò che la descrizione ricorda. L’apparente cattivo e il cast di supporto, tra cui Michael Kelly di House of Cards nel ruolo del comandante di Harp, risulta per la maggior parte un ripensamento. Diretto da Mikael Håfström, “Outside the Wire” può essere benevolmente paragonato al tipo di film di “B” che gli studi producevano, ed è meglio consumarlo moderando le aspettative di conseguenza. Perché a differenza del suo eroe futuristico, non c’è niente di speciale in lui. Pubblicato venerdì su Netflix, “Outside the Wire” di Mikael Håfström è un perfetto esempio di film di gennaio, abbastanza buono per passare il tempo, ma forse non degno di essere ricordato. Tuttavia, in mezzo a molti momenti di tipica esposizione di fantascienza futuristica e combattimenti / esplosioni, c’è un sottoargomento piuttosto intelligente su come la tecnologia intelligente può ingannare gli esseri umani apparentemente più intelligenti. Se il film stesse solo cercando di fornire informazioni personali tramite un quiz su Facebook, non sarebbe molto divertente. No, “Outside the Wire” cerca di impedire a un maniaco di lanciare missili nucleari russi ancora attivi. All’inizio, in un futuro distopico, l’Europa è una zona di guerra e sfortunati soldati americani sono stati inviati per monitorare la situazione, insieme a nuovi soldati completamente robotici chiamati “Gumps”. Le forze del male, i “Kraznys”, stanno imperversando sulla terra, assumendo il controllo. Il loro leader è un cattivo quasi mitologico di nome Victor Koval (Pilou Asbæk). Una combinazione di graffiti di una V e una K spruzzata su edifici fatiscenti fa sapere ai passanti che questo è il loro territorio. Nel frattempo, il tenente dell’aeronautica militare Thomas Harp (Damson Idris) è un abile pilota di droni di stanza in Nevada, che sorvola la zona di guerra, ma senza una giornata di esperienza di combattimento. Disobbedisce a un ordine diretto e prende una decisione difficile che salva 38 Marines, ma ne uccide due. Come punizione, viene mandato nella zona di guerra che è appena esplosa, dove deve fare rapporto al Capitano Leo (Anthony Mackie). Le cose sembrano già strane; Leo non lascerà parlare Harp fino a quando Ella Fitzgerald e Louis Armstrong non avranno finito di cinguettare le ultime note di “Stars Fell on Alabama”. Quindi, prima che Harp possa posare le sue cose, se ne vanno. In primo luogo, sembra che si dirigeranno “fuori campo” (l’area non controllata al di fuori del loro recinto sicuro) per fornire un po ‘di vaccino contro il colera agli orfani.

Ma in realtà, otterranno informazioni su dove trovare i codici nucleari prima che Koval possa farlo. Oh, e Leo è davvero un androide, con un torso trasparente. Si possono vedere impulsi elettrici blu che ne alimentano la forma. E il potere che fanno. Ogni volta che qualcuno attacca, Leo assume un’eccellente forma di combattimento, come Bruce Lee, John Wick e tutti i Vendicatori riuniti in uno. Ci sono molti altri livelli nella storia e nella missione di Leo. L’incredula Arpa, insieme al pubblico, è quasi sempre mezzo passo indietro. Peccato che il film non abbia posto maggiormente l’accento sul fatto che Harp è appena arrivato, probabilmente senza dormire, ed è stato costretto a partecipare alle sue prime battaglie sul campo. La storia avrebbe potuto essere più audace e più fuorviante. Certamente “Outside the Wire” ha alcuni temi interessanti, a dimostrazione di come verità, identità e tecnologia possano essere mescolate senza speranza. Tuttavia, il suo mix di tema, storia e azione non sembra mai equilibrato. Significativamente, uno dei due scrittori, Rob Yescombe, proviene dai videogiochi (ha scritto un gioco “Rambo”); il film sembra strutturato come un gioco.